FIFD 2009

Abbiamo inviato da poco le modalità  per la affiliazione FIFD (Federazione Italiana Flying Disc) a tutte le Associazioni Sportive di Frisbee Freestyle. Onestamente non mi aspetto nessuna rivoluzione, nessuna bella notizia, anche se FIFD di rivoluzioni e di belle notizie ne ha date parecchie quest’anno.

Dopo le polemiche sulle quote associative a scalone (primo anno zero, secondo anno 100??¬, terzo anno 200??¬..) la FIFD ha fissato la quota associativa a 15??¬, indipendentemente dagli anni di affiliazione. Per far ciಠha dovuto aumentare le quote individuali, da 15??¬ a 25??¬. La FIFD ha bisogno di risorse per potersi muovere e farsi strada in mezzo alla selva di Federazioni Sportive che camminano verso il riconoscimento CONI. E se non la sostengono i giocatori, con le loro quote e le attività … non ha speranza!

E come se non bastasse, pur di dimostrare l’attenzione verso il mondo del Freestyle, la FIFD ha deciso per quest’anno di lasciare la quota individuale GRATUITA per tutti i freestyler. Ciಠvuol dire che per quest’anno una associazione affilia tutti i suoi freestyler pagando a FIFD una quota di soli 15??¬ in tutto.

Le attività  2009 FIFD comprendono il primo corso Tecnici Freestyle, che stiamo studiando e definendo assieme al Centro Studi CONI, i Campionati Italiani Freestyle, attività  di promozione come organizzazione di seminari e corsi presso i tornei di maggior rilievo mediatico.

Riassumendo la FIFD abbassa le quote ed aumenta le attività . Tutto fantastisco, sembrerebbe.

Se non fosse che c’ qualcuno che non mai contento. O meglio che vuole fare polemica e basta.

Per questo motivo non mi aspetto grandi novità , e non crediate che io sia deluso o amareggiato.

Sono molto contento per come FIFD si sta muovendo e per le prospettive che si stanno aprendo.

Sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto, ascoltando tutte le critiche ed i suggerimenti che arrivavano. Abbiamo fatto i primi campionati Italiani senza imporre l’affiliazione, ma ora siamo al bivio, spazio per polemiche e giri di parole non ce ne sono pi. Chi vuole sostenere la Federazione, il nostro progetto, sa bene cosa deve fare e lo sta già  facendo. Chi voleva fare solo polemica ora dovrà  giocare allo scoperto e sarà  evidente agli occhi di tutti.

A Pistoia il 28 Febbraio, con le Associazioni affiliate FIFD, decideremo i metodi per stabilire quanti e quali Tecnici-Formatori ad honorem dovremo istituire (per organizzare i primi corsi ed esami Tecnici Freestyle), chi mandare ai seminari FIFD, se rinnovare il mio mandato come Rappresentante Freestyle FIFD o se affidarlo a qualcun altro, e quali altre attività  vorremmo intraprendere con FIFD nel futuro.

Sono molto impaziente per vedere cosa verrà  fuori… e per jammare un po’ con tutti voi! :)